15 Agosto 2022

Cuneo: una piacevole camminata sul lato Stura del Parco Fluviale lungo via Antica di Vignolo (FOTO)

Correlati

Condividi

Uscendo da Cuneo, terminato il ponte Vecchio, alla rotonda si svolta a sinistra lungo via San Giacomo. Dopo essere transitati sotto le imponenti arcate del viadotto Soleri, alcune centinaia di metri più avanti, proprio di fronte alla storica Cappella di San Giacomo, si imbocca, ancora a sinistra, via Basse Stura: strada in discesa che conduce all’area attrezzata e al Polo canoistico.

Appena passato l’incrocio con via Giola, a destra parte via Antica di Vignolo: prima con la pavimentazione in asfalto, più avanti con il fondo sterrato e incastonata nelle meraviglie offerte dal Parco Fluviale sul lato del fiume Stura.

In bicicletta e a piedi lungo via Antica di Vignolo

Il percorso, che si snoda in mezzo ai campi, arriva alla frazione Confreria di Cuneo dopo 2,9 chilometri; e nei territori di Cervasca-Santa Croce dopo 4,15 chilometri e di Vignolo dopo 9 chilometri.

Le bellezze offerte dal tragitto sono tante: all’inizio, volgendo lo sguardo in alto, il profilo della Cuneo nuova, con la Stazione ferroviaria e l’Ospedale Santa Croce e gli edifici moderni,  che contrastano con il mondo rurale delle tradizioni incontrate lungo il cammino.

Il faro e l’edificio della Stazione ferroviaria
Il mondo contadino e la Stazione ferroviaria
L’Ospedale Santa Croce
Il faro di piazzale della Libertà davanti alla Stazione ferroviaria spunta dal verde del Parco
Fra antico e moderno
Il viadotto Soleri visto da via Antica di Vignolo
Il mondo contadino e la Cuneo moderna
Le coltivazioni dei campi con in alto le costruzioni della Cuneo moderna
Un deposito di vecchie attrezzature agricole

Poi, gli incantevoli spettacoli offerti dai terreni coltivati e dalle tante fioriture.

Gli spaventapasseri usati per proteggere le colture
La Cuneo nuova si affaccia sui campi coltivati
Il fieno in attesa di essere raccolto
Si lavora nel campo di fieno
Le canne utilizzate per la coltura dei fagioli
Le canne legate per i fagioli
Una vecchia struttura utilizzata per depositare le pannocchie di mais
Un terreno appena seminato
La vegetazione lungo via Antica di Vignolo
Un “frizzante” ruscello d’acqua incontrato lungo il percorso
Fra terra e cielo
La bellezza dei papaveri in fiore incontrati lungo il cammino
La meraviglia dei fiori
Le fioriture lungo il cammino
I fiori di iris in mezzo al verde
Altre fioriture lungo il percorso

Senza dimenticare il passaggio sotto il viadotto Sarti della Est-Ovest.

Anche i cani a passeggio in via Antica di Vignolo. Sullo sfondo il viadotto Sarti della Est-Ovest
Le arcate del viadotto Sarti della Est-Ovest

Se vi capita concedetevi il piacere di una gita con tante sorprese.

Spunta a sorpresa un elisoccorso atterrato al vicino Ospedale Carle di Confreria