15 Agosto 2022

Le conferenze di Pro Natura, del presidente Sanino, al Monviso di Cuneo. Primi temi: le Azzorre e il ricordo di Mario Tible

Correlati

Condividi

Torna a essere protagonista del panorama culturale e ambientale di Cuneo, e non solo, il ciclo di conferenze organizzato da Pro Natura Cuneo del presidente Domenico Sanino. Gli incontri si svolgono, con inizio alle 21, al cinema Monviso del capoluogo, in via XX Settembre, rispettando le norme in vigore imposte dall’emergenza Covid: cioè essere in possesso del green pass e indossare la mascherina. Per l’ingresso, dalle 20.15 alle 20.40, viene data la priorità ai soci Pro Natura che esibiscono la tessera, poi il locale è aperto a tutti cittadini nei limiti della sua capienza: 334 posti. L’ingresso è libero.  

Mercoledì 20 ottobre

Mercoledì 20 ottobre, alle 21, è in programma la prima conferenza. Il presidente di Pro Natura Cuneo, Domenico Sanino, illustra il tema “Azzorre: paesaggi mozzafiato e natura incontaminata”. Si tratta di un percorso con lo sguardo rivolto alle principali isole dell’arcipelago posto nel bel mezzo dell’Atlantico.

Il paesaggio mozzafiato di un’isola delle Azzorre

Mercoledì 27 ottobre

Mercoledì 27 ottobre, alle 21, viene presentato il libro “C’è sempre una strada” dedicato a Mario Tible, prematuramente scomparso lo scorso anno. Partecipano alla serata i responsabili della Casa editrice “L’Artistica di Savigliano”, che ha stampato l’opera, Ida Isoardi, curatrice della presentazione, Gianni Tenino, il quale ha raccolto e sistemato i diari di viaggio di Tible, poi Franco Carbonaro e Franco e Pietro Arese. Durante l’incontro si proiettano le immagini dei viaggi di Tible in Etiopia.

 

La copertina del libro dedicato a Mario Tible

Dice Sanino: “C’è sempre una strada” è la strada delle passioni di Mario che portano, lui, atleta, fotografo, artista, ma soprattutto amico di grande sensibilità, a viaggiare in un’Africa ancora poco toccata dalla modernità”.

Chi era Tible? “Un candido, ma non ingenuo viaggiatore, capace di vedere ancora con occhi innocenti. Si muoveva fra la gente a piedi e in bicicletta o comunque con mezzi locali. Gentile, però determinato, coraggioso e anche un poco incosciente, ci ha accompagnato in polverose e fantastiche contrade, spazi geografici e luoghi dei sogni. Attraverso il libro, proviamo a camminare pure noi su questa strada”.     

Due serate di grande interesse alla scoperta di luoghi fantastici e per ricordare una persona dalla straordinaria umanità.

Informazioni

Per informazioni: 335 5640248.