26 Giugno 2022

A San Bartolomeo di Chiusa di Pesio, grazie agli Alpini e alle Associazioni locali, ora c’è un defibrillatore (FOTO)

Correlati

Condividi

La frazione San Bartolomeo di Chiusa di Pesio ha il nuovo defibrillatore “BattiKuore”, dispositivo che consente di ridurre drasticamente i danni conseguenti a un arresto cardiaco.

Ma deve essere usata in breve tempo: per questo motivo se se ne stanno posizionando sempre di più nelle aree cittadine e anche in quelle periferiche.

A San Bartolomeo, l’apparecchiatura è stata collocata sotto il “Pellerino”: una zona strategica e di rilevante passaggio. La scelta rappresenta un ulteriore passo in avanti per il completamento delle dotazioni di sicurezza e salvavita sul territorio comunale.

A promuovere l’iniziativa è stato il Gruppo Alpini di Chiusa di Pesio con la fattiva collaborazione del Gruppo Alpini Alta Valle Pesio-San Bartolomeo, degli Amici Alta Valle Pesio e dei Custodi della Terra.  

La cerimonia di inaugurazione del defibrillatore

All’inaugurazione hanno partecipato le autorità, tra le quali il sindaco di Chiusa di Pesio, Claudio Baudino, e i rappresentanti delle Associazioni che hanno contribuito all’importante iniziativa.

Dicono questi ultimi: “Siamo orgogliosi che l’intervento sia andato in porto grazie alla collaborazione di tutti. Un bell’esempio di come l’unione faccia la forza e renda possibile raggiungere gli obiettivi. Un percorso da portare ancora avanti in futuro”.  

Un momento dell’inaugurazione
I rappresentanti dei Gruppi Alpini Alta Valle Pesio-San Bartolomeo e Chiusa di Pesio
La postazione salvavita con il defibrillatore