15 Agosto 2022

L’opera “Rest” dell’artista Domenico Olivero esposta nella Cripta 48 dell’Ottica 48, in via Roma a Cuneo (FOTO)

Correlati

Condividi

L’artista cuneese Domenico Olivero ha ideato il progetto artistico “Pray”, con il supporto fondamentale dell’Ottica 48 di Cuneo: un negozio i cui titolari, da tempo, promuovono il vedere meglio come una professione che va oltre il semplice servizio di vendita.  

Cosa è “Pray”? Spiega Olivero: “Si tratta di un percorso che indaga la spiritualità da un punto di vista agnostico. Un approccio unico che, in diversi anni, si è evoluto ed è stato condiviso in molti spazi artistici italiani e stranieri. Riprendendo anche le riflessioni di Kant sulla dualità fra il mondo reale e quello metafisico”.

Un’altra tappa

Un’altra tappa di “Pray” è in programma dal 27 novembre al 15 gennaio 2022 con l’originale opera “Rest”, realizzata dallo stesso Olivero, e ospitata nello spazio “avvolgente” e temporaneo Cripta 48, in via Roma, 48, a Cuneo: un luogo privato davvero speciale e affascinante di una decina di metri quadrati sotto la pavimentazione dei portici di via Roma, che ha l’ingresso dalla copertura metallica proprio di fronte al negozio dell’Ottica.

L’ingresso dalla copertura metallica alla Cripta 48 di fronte all’Ottica 48 in via Roma, a Cuneo, dove è esposta l’opera di Olivero

“Rest” è un lavoro in forma di reliquia che attraversa il concetto di forma e contenuto. Dentro un reliquario è presente una candida e fragile sfera in gesso protetta da una nuvola di fili di rame, al cui interno si trova un frammento spirituale avvolto in un gomitolo di lana. Lo spazio è immerso in un ambiente sonoro progettato da krupnic e dal titolo “hm#01”. Nella performance artistica si intrecciano stati energetici caldi e freddi, vibranti e passivi.

Qual è il significato dell’opera? Sottolinea Olivero:Il lavoro affronta il tema del bisogno fisico di spiritualità in una società sempre più sofferente e disillusa. Cosa resta del nostro essere? A cosa aspira il nostro vivere? Sono alcune delle domande alle quali, attraverso il progetto, tento di dare degli spunti di riflessione per aprire possibili suggestioni di risposte”.

La visita

La visita, a ingresso libero, va obbligatoriamente prenotata 24 ore prima alla mail cuneoarte@libero.it, indicando una data e un orario in cui si è disponibili a fruire dell’evento.

In seguito, gli interessati verranno contattati per la conferma.

Nel negozio di Ottica 48 c’è un’altra opera di Olivero

All’interno del negozio Ottica 48 si può poi ammirare “Recupero del tempo (1998-2021)”: un’altra opera di Domenico Olivero.

L’artista cuneese Domenico Olivero in un’immagine di repertorio

E’ una scultura con fogli alluminio che l’artista sta realizzando da decenni, recuperando tutto il materiale usato e non usato per i suoi interventi creativi. Dal 1998, l’alluminio viene avvolto su se stesso. Nel corso del tempo la realizzazione ha preso la forma di una grande sfera di materia che incorpora le tracce di un lungo cammino creativo.

Spiega Olivero: “Il foglio di alluminio è un materiale che avvolge, protegge e ingloba, nel suo riflesso, il mondo circostante. Questi aspetti mi hanno sempre affascinato. Per questo motivo lo uso da decenni, lo recupero e lo assemblo in una scultura che accoglie anni di storia”.

La visita

La visita dell’opera, a ingresso libero, è possibile nei locali di Ottica 48, durante gli orari di apertura del negozio.