15 Agosto 2022

Cuneo: Consiglio comunale in presenza, con temi “caldi” la situazione Covid e alcuni problemi di viabilità cittadina

Correlati

Condividi

Il Consiglio comunale di Cuneo del mese di novembre si svolge, in presenza, lunedì 29, alle 17, e martedì 30, alle 18. Perciò, chi vuole può accedere direttamente nel Salone del Palazzo Municipale. Tutti devono adottare le norme anti-Covid: essere in possesso del green pass e indossare la mascherina (chirurgica o FFP2). C’è comunque la possibilità di assistere al dibattito in diretta collegandosi al canale You Tube dedicato del Comune (CLICCA QUI). La visione in dettaglio dei documenti in discussione si può effettuare collegandosi al sito (CLICCA QUI).   

Le interpellanze e le interrogazioni

Due sono state presentate dall’esponente dei Beni Comuni, Luciana Toselli. Una riguarda la situazione di corso Solaro-Parco della Resistenza in cui si solleva la necessità di una riprogettazione dei flussi di traffico e della sosta nella zona. Nell’ottica di quanto affermato di recente dal sindaco Borgna che l’area “doveva ritornare a essere una balconata sulla Bisalta”.

Sottolinea Toselli: “Dal punto di vista strutturale occorre recuperare corso Solaro alla sua vocazione di strada panoramica destinata alla ciclo-pedonalità in continuità con corso Marconi e come collegamento con il viale Angeli. Ripiantumando anche i bordi delle rive e migliorandone la manutenzione”.

Sempre Toselli concentra poi l’attenzione sulla ormai assoluta necessità di riorganizzare la medicina territoriale.

Ancora per i  Beni Comuni, Ugo Sturlese chiede a che punto sia “il progetto pilota “Scuole al Centro” da realizzare all’Asilo nido comunale numero 1 di via Silvio Pellico”.

Inoltre, pone il problema di “come si possa conciliare l’enorme esplosione di luci della prevista “IllumiNatale” con l’adesione del Comune alle campagne contro lo spreco energetico e di come la manifestazione possa essere gestita nel caso di un aumento dei contagi Covid e della conseguente necessità di evitare gli assembramenti”.  

E ancora sull’emergenza sanitaria domanda al Comune

“in quale modo voglia sopperire alla chiusura del Centro vaccinale del Movicentro, che così buoni risultati ha fornito insieme agli altri due del Comprensorio. Chiusura proprio mentre si rende necessaria una grande accelerazione nella copertura vaccinale della popolazione con le terze dosi”.

Sempre sul fronte Covid, Maria Luisa Martello di Cuneo Città d’Europa intende avere informazioni relative all’attuale situazione epidemiologica presente sul territorio.

Due le interpellanze presentate da Fratelli d’Italia.

Alberto Coggiola chiede alla Giunta Borgna cosa voglia fare rispetto “alla presenza di un clochard che “si accampa” in modo permanente nel piccolo portico al numero 24 di via Carlo Emanuele”.

Invece, Massimo Garnero, vuole “sapere se e quando ed eventualmente quante volte è stato apllicato il Daspo urbano, frutto della Legge 48 del 2017”.

Il MoVimento 5 Stelle, con Silvia Maria Cina e Manuele Isoardi, di richieste all’Amministrazione che guida la città ne fa tre.

La prima è una domanda: “C’è la volontà di modificare a breve termine il Regolamento della Polizia Urbana, vietando la detenzione dei cani alla catena, a meno che non ci  sia una certificazione veterinaria che lo impone?”.

La seconda è la sollecitazione “a sensibilizzare gli organi competenti affinché autorizzino il rimpatrio della salma  del cittadino di Cuneo Andrea Costa, ucciso in modo efferato e crudele sull’isola di Gran Canaria il 12 settembre scorso”.

La terza riguarda “la segnalazione di forti criticità con la richiesta di soluzioni riguardo alla viabilità su corso Monviso e nel quartiere Gramsci”.

Infine, Laura Menardi di Grande Cuneo chiede “come voglia muoversi il Comune rispetto ai Distretti Urbani del Comercio, in base al Protocollo d’intesa firmato a inizio novembre con le associazioni di categoria commerciali, dell’artigianato, del turismo e del terzo settore”.    

Gli ordini del giorno

Due li ha presentati il gruppo di opposizione dei Beni Comuni con Luciana Toselli, Ugo Sturlese e Nello Fierro. Il primo impegna l’Amministrazione comunale “a ottenere dei finanziamenti per il completamento del raddoppio della tratta ferroviaria Cuneo-Fossano”.  

Il secondo esprime un “no alla privatizzazione dei servizi pubblici locali, per lo stralcio dell’articolo 6 dal Ddl Concorrenza”.

Inoltre, i gruppi di maggioranza di Cuneo Solidale Democratica, Crescere Insieme, Gruppo Misto di Maggioranza e Partito Democratico chiedono a “Sindaco e Giunta di farsi portavoce presso il Governo per tutelare gli invalidi parziali esclusi dal diritto al sostegno di invalidità dopo il messaggio Inps 3.495 del 14 ottobre 2021”.

Cittadini benemeriti

Su relazione del presidente del Consiglio, Alessandro Spedale, ci sono le proposte di conferire la cittadinanza benemerita di Cuneo a Padre Aurelio Gazzera  per il lavoro di “promotore di pace” e all’ingegnere Bruno Gardini per il contributo dato al progresso del sapere attraverso le ricerche sul sistema solare.

Delibere di Giunta sul Bilancio, con 330.000 euro destinati al Raduno Nazionale dei Bersaglieri previsto a Cuneo nel 2022

Sono tre e riguardano tutte il bilancio, con la loro illustrazione affidata all’assessora Patrizia Manassero.

In particolare, una riguarda la destinazione di 330.000 euro per il finanziamento delle spese di organizzazione e gestione del 69º Raduno Nazionale dei Bersaglieri in programma a Cuneo il 20, 21 e 22 maggio 2022.